Le Regole Generali del Pilates

Se, curiosando qua e là, non avete ancora chiaro cosa sia questo metodo e cosa si faccia a Pilates… come si distingue dalle altre “ginnastiche” ecc… perché, per ciò che avete fatto e capito finora, potreste obiettare che si tratta solo di molti addominali, esercizi correttivi per schiena e di allungamento e rafforzamento, insomma molto in comune ad una qualsiasi lezione di fitness posturale, gag, stretch and tone, ecc… beh, ecco una spiegazione ulteriore!!!

Innanzitutto ricordiamo che si parla di “metodo“: un procedimento attraverso il quale raggiungere uno scopo. Quindi prevede regole, principi e criteri in base ai quali viene svolto… Vediamo le Regole Generali,che identificano il Pilates e che dovremmo aver presente quando ci avviciniamo alla pratica degli esercizi.

1 – Concentrazione

Il pilates richiede grande attenzione, per tutto il tempo, su tutto il corpo, per qualsiasi movimento, e anche per ciò che non viene mosso… è più importante il “come” si è focalizzati nel fare un esercizio che l’esercizio stesso.  

2 – Controllo

“Contrology” era il nome che lo stesso Joseph Pilates dava al suo metodo, controllo del muscolo, niente è azzardato, durante un esercizio si deve ricercare il completo controllo del movimento, per andare a lavorare sempre più a fondo e per imparare come essere in “controllo” del proprio corpo e non alla sua mercé.  

3 – Essere Centrati 

Per avere controllo sul proprio corpo, bisogna aver un punto di partenza: il CENTRO, punto focale del Pilates. Si sente infatti parlare di “CORE”, “POWERHOUSE”, “STAMINA”, e si intende di solito tutta la zona che comprende l’addome, la schiena, le anche i glutei e gli adduttori. Ogni movimento dovrebbe partire da qua e fluire verso gli arti. 

4 – Fluire del movimento 

Se il movimento parte dal nostro centro, ecco che dovrebbe fluire verso l’esterno, verso gli arti. In modo elegante, efficace e coordinato.

5 – Precisione 

Principio fondamentale da tener a mento ogni lezione: essere precisi e concentrati sulla correttezza di ogni esercizio ogni volta che lo si pratica, per non perderne l’efficacia né tantomeno rischiare di eseguirli in maniera sbagliata.

Alla ricerca di ogni singolo movimento perfetto, preciso, pensato e consapevole, affinché pian piano diventi parte della nostra memoria muscolare, e quindi venga “naturale” in qualsiasi momento della vita quotidiana.

6 – Respirazione 

La Respirazione è importantissima per il Pilates e, come nello yoga, viene vista come un modo per ripulire il corpo: ossigenare è incrementare il flusso di energia e di circolazione in tutte le parti del corpo. Pulisce e rinvigorisce! Una respirazione profonda, completa sia nell’inspirazione che nell’espirazione. Ecco perché in ogni esercizio l’insegnante ricorda sempre come e quando respirare. In più come già spiegato nei principi base, nel Pilates si parla di respirazione tridimensionale, toracica/intercostale.

Se in questo articolo ho illustrato le Regole da seguire per essere sicuri di praticare il Metodo di Pilates, nell’articolo “I Principi Base ” vado invece ad affrontare ciò che sono “regole” più pratiche e specifiche con cui affrontare gli esercizi.

A presto Ciao!!!

Annajah

Le Regole Generali del Pilates

One thought on “Le Regole Generali del Pilates

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...