Pilates e Natale …e consigli per capodanno!

Natale e Pilates


Si avvicinano le feste e di conseguenza anche gli stravizi. Cene con i colleghi, serate con gli amici, momenti di festa in famiglia, a scuola, al lavoro, in poche parole, ogni momento è buono per festeggiare.  Fino a qualche settimana fa, tutti impegnati in una vita salutare: attentissimi a ciò che si mangiava e si beveva, ore passate in palestra e a corsi di Pilates, insomma tutti perfettamente allineati al proprio benessere, riuscendo a non cedere a quelle tentazioni che raramente si presentavano. Ora è tutto diverso, in qualsiasi ambito della vita si presentano occasioni allettanti, e tutti i nostri vecchi alleati, che lottavano con noi contro alcol, zuccheri e carboidrati, ora sembrano essere passati dalla parte dei nemici. Al lavoro, a casa, nei locali e persino in palestra,  banchetti deliziosi di insaccati, cioccolatini, panettoni e spumanti ci attendono come innocui angioletti, offerti gentilmente dei nostri vecchi amici di fioretti…. Pilates e natale, non sembrano essere parole  adatte alla stessa frase.

Effettivamente, dopo tutti gli sforzi dei mesi scorsi, perché non concedersi un piccolo premio?

Quindi come non sentirsi in colpa, quando ci abbandoniamo finalmente agli stravizi, ma la nostra routine viene scombussolata da festività e periodi di chiusura che ci eviteranno a priori di poter rimediare ed espiare le nostre colpe in breve tempo? Alcune palestre sono chiuse, altri di noi hanno prenotato vacanze lontano dal proprio centro fitness, altri ancora non hanno nessuna intenzione fino all’8 gennaio di dedicarsi ad attività sportive.

Insomma ad ogni tentazione  a cui si cede, il nostro grillo parlante ci rovina un po’ quel momento.

Ecco la soluzione: ricordiamoci alcune semplici strategie per restare fitness anche in quei momenti, zittendo la nostra coscienza.

MOMENTO “SCAMBIO DEI REGALI”

Pilates e nataleSe qualcuno gentilmente ci porge un regalo, ricordiamoci della nostra postura: allineati in maniera corretta, allunghiamo entrambe le braccia verso il dono, con le spalle basse e il petto aperto. Dopodiché, flettiamo in maniera uguale entrambe le braccia, con i gomiti ben chiusi al busto, per avvicinare a noi il regalo.

Nel caso invece dovessimo prendere il regalo da sotto un albero di Natale, ricordiamoci di arrotolare la colonna vertebrale partendo dalla testa, fino raggiungere il dono con entrambe le braccia tese, magari approfittando, per qualche respiro, di fare un po’ di stretching alle gambe alla schiena, Una volta afferrato, srotoliamo una vertebra alla volta, per tornare in posizione eretta.  Ovviamente facendo ciò con il supporto degli addominali e le ginocchia morbide fino a quando il bacino non ritorna in posizione neutra.

Chloe happyMOMENTO “APERTURA DEI REGALI”

Un momento importante è anche l’entusiasmo o la delusione nell’apertura dei regali.

Se entusiasti: estendere leggermente la colonna vertebrale, collo bello lungo da dietro, allungare le braccia avanti, e abbracciare l’autore del dono (mossa consigliata anche in caso di delusione,

nel rispetto della sensibilità del donatore in nostra presenza).Chloe said

Se delusi: tracciare una linea con il naso dall’alto al basso, avvicinare il mento al collo  e reclinare la testa sul petto, allungando le vertebre cervicali.

Una volta trascorso un tempo di delusione ritenuto sufficiente, srotolare il contrario per tornare in posizione eretta. Continuare nei festeggiamenti.

MOMENTO “BRINDISI”

brindisi e pilatesAlzarsi in posizione eretta, piedi paralleli alla larghezza delle anche o, se si preferisce, esternamente ruotati uno davanti all’altro. Bacino neutro e pavimento pelvico attivo, petto aperto spalle basse. Afferrare il bicchiere con la mano preferita, alzarlo al soffitto mantenendo la spalla di riferimento ben allineata e fare il brindisi con i presenti.

Nel bere il bicchiere, assicurarsi di non comprimere le vertebre cervicali alzando troppo in alto il mento.

Ripetere in movimento cambiando ogni volta mano.

MOMENTO “PRANZI E CENE”

Seduti in posizione eretta, sentire gli ischi ben appoggiati alla sedia, immaginando di avvicinarli uno all’altro per sentire la colonna vertebrale chi si allunga elegantemente verso l’alto.

Con un’aria un po’ snob, che fa sì che il nostro collo rimanga ben delineato, conversare liberamente con i commensali.

Richiamare di tanto in tanto l’attenzione a livello addominale facendo qualche respiro a livello toracico intercostale, in modo da “scucchiaiare” la pancia in dentro  e attivare gli addominali.

Ricordarsi di abbassare le spalle e aprire il petto per tutto il tempo del pasto. Gustare ciò che si mangia.

MOMENTO “FINE MOMENTANEA DEGLI STRAVIZI”  (fine pasto, fine festeggiamenti…)

Se il tempo lo permette concedersi una bella camminata, in ogni caso, allontanarsi dalla festa camminando imposizione eretta, con la pancia trattenuta in dentro, il pavimento pelvico attivo, pensando di avvicinare un ischio all’altro ad ogni passo.

Non bruceremo tutte le calorie ingerite, ma faremo sicuramente un figurone per il nostro avanzare maestoso.

CONSIGLI DI FESTA GENERALI

Divertitevi: il buonumore è la migliore medicina per sentirsi bene anche in  mancanza di un regime sportivo e alimentare ottimale.

Abbracciatevi: lo scambio di affetto il contatto fisico con le persone amate È importantissimo E fa stare molto meglio, anche in caso the sensazione Di gonfiore all’addome E leggerezza cerebrale.Ultima pillola

Concedetevi bagni caldi, saune, massaggi, bicchieri riscaldati con bevande termo stimolanti (the tisane, distillati… ) e, soprattutto se in condizioni climatiche fredde, riscaldarsi bene prima di qualsiasi attività fisica:

Circonduzioni delle spalle prima degli abbracci,

Circonduzioni dei polsi prima delle strette di mano

Torsioni e flessioni del busto, prima di abbracciare bambini o persone di statura inferiore alla vostra,

Piegamenti sulle gambe, prima di sollevare bambini o regali pesanti

Stretching generale prima di andare a letto, meglio se fatto in compagnia.

Bevete e mangiate ciò che vi va senza sensi di colpa… a gennaio avrete tempo di mettervi a regime.

Buone feste! Buon Natale! Buon anno!

Il PILATES E NATALE sono ora amici!

Annajah

Pilates e Natale …e consigli per capodanno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...