Estensione della colonna vertebrale

Eccoci infine ad un altro principio che di solito risulta problematico!

La difficoltà, a mio avviso è che in questo movimento, non si ha la possibilità di un feed back visivo, sia che sia svolto a terra o in piedi (se da supini, posso vedere gli arti in movimento, da proni, lo staccare una gamba dal pavimento, piuttosto che il sollevare le braccia, non ha più il supporto visivo, devo ascoltare il movimento e guidarlo senza vederlo).

Ecco che le sensazioni diventano ancora più importanti!

Prima di lasciarvi al video, vi anticipo già alcuni punti cruciali:

  • non devo mai sentire la zona lombare compressa, sovraccaricata,
  • non devo mai piegare la testa all’indietro (cercate sempre al sensazione del “doppiomento”),
  • devo capire quando posso non attivare i glutei e quando invece devo pensare alla retroversione del bacino, per non forzare i lombari.

A voi!! (dal corso “INTRODUZIONE AL PILATES“)

Annajah

Estensione della colonna vertebrale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...